Loading...

Red su lite fra Morgan e Bugo al Festival di Sanremo | Red Box

  • 🎬 Video
  • ℹ️ Description
Ho sentito Morgan subito dopo l'esibizione interrotta: vi racconto tutto

Download — Red su lite fra Morgan e Bugo al Festival di Sanremo | Red Box

Download video
💬 Comments on the video
Author

Imbarazzante e retorico, obiettività zero...il paragone con Bach e Beethoven è veramente ridicolo, ma non scherziamo..e poi è ora di finirla con questa panzana che un qualsiasi talento dia la libertà di essere maleducati, senza rispetto verso tutti, pubblico, colleghi, presentatori..Morgan i meccanismi di Sanremo li conosceva bene, se la sua "genialità" (quella che pensa di avere lui e solo lui e forse Red Ronnie) e la sua "integrità " di artista gli impedivano di abbassarsi al livello troppo basso (sempre secondo lui) della manifestazione, poteva starsene a casa sua e non rompere i marroni e portare solo caos e rompimenti a Sanremo e a tutti noi ..
La miglior performance di Sanremo 2020?
Mi sa che Red Ronnie ha bisogno delle stesse pillole anti allucinazioni che servono a Morgan..
Morgan deve farsi vedere da uno bravo al più presto..

Author — Raffy Dp

Author

Parlo da musicista. A prescindere dal carattere e dalla simpatia o antipatia nei confronti di Morgan di cui non mi importa nulla...credo sarebbe necessario prendersi un momento e riflettere sulla denominazione "Genio" o "Grande Artista".
Noto da molti commenti e comunque da un po' di anni che questi due termini vengono coniati e abusati oltremodo..spesso da persone che nel migliore dei casi a malapena masticano un po' di musica e si arrogano il diritto di recensire e dire la loro su una delle forme d'arte più nobili di sempre.
Un conto è il gusto, per altro soggettivo (e menomale ci mancherebbe)... un altro conto invece è la valutazione dei contenuti e della caratura di certa musica che invece è oggettiva, a patto ovviamente che si abbiano le competenze e gli strumenti per fare un'analisi approfondita, magari inquadrandola storicamente e contestualizzandola.
Come in ogni campo.. più si ha conoscenza ed esperienza e più si riesce ad apprezzare e carpire la vera essenza di quello che di cui si fruisce..
Quello che vorrei far capire ai più, è che dopo aver ascoltato e intendo dire "ascoltato attentamente" migliaia di dischi, dalla classica al jazz, dal rock al pop, dall'elettronica alla black music ecc...ecc.. e conoscendo anche un po' di storia..forse si può cominciare a parlare seriamente di musica e ad esprimere pareri in piena coscienza e consapevolezza.
Personalmente ritengo di avere una buona cultura musicale e vi assicuro che anche dopo aver speso anni e anni e finanze e tutto me stesso nella musica, avere riempito i miei scaffali di migliaia di dischi e di spartiti e avere la casa che trabocca letteralmente di arte, sento che continuo ad aver fame di nuove melodie, di nuove armonie, di nuove musiche..fame di conoscenza..e ancora adesso vado piuttosto cauto nell'esprimere pareri e giudizi, proprio perchè mi rendo conto che pur dedicandomi anima e corpo, 24 su 7, la mia conoscenza è poco più di qualche goccia d'acqua in mezzo ad un oceano.
I Bluvertigo e Morgan, li conosco abbastanza, quello che ho ascoltato mi piace e lo trovo interessante, li ho anche visti un paio di volte dal vivo alla fine degli anni 90 quando erano davvero in forma e mi sono piaciuti...genio però proprio no..non esageriamo dai....d'altronde bastarebbe andare a vedere da quali band han preso spunto per capire che non può che essere buona musica la loro.
Riferimenti del genere come Faust, Kraftwerk, Tangerine Dream (esponenti del cosidetto Krautrock Tedesco), oppure gli inglesi King Crimson o i Soft Machine..solo per citarne alcuni..ci avevano già pensato a partire dalla metà degli anni 60...avevano già intuito che quell'estetica apparentemente così criptica e quel connubio tra elettronica (macchinari elettronici, calcolatori, oscillatori..) e strumenti acustici avrebbe alimentato negli anni a venire la ricerca sonora e musicale...forse non avrebbero mai immaginato cosa quel tipo di musica inizialmente considerata sperimentale e strana (ovviamente criticata dai puristi dell'epoca come sempre..) sarebbe diventata e che si sarebbe protratta fino ai giorni nostri, fino a diventare mainstream.
La parola "Genio" o "Artista"...va centellinata e rispettata..primo perchè abusandone inevitabilmetne se ne sminuisce il significato...secondo perchè chi conosce un minimo bene la musica e le altre forme d'arte sa benissimo che i grandi artisti sono ben altri..per non parlare poi dei geni...(di quelli ce ne sono ancor meno)...ma capisco che questo per molti è incomprensibile perchè magari dalla buona musica sono stati colpiti solo di striscio oppure in preda alla pigrizia culturale di questi ultimi decenni che come un virus li contagia, non vengono minimamente alimentati dalla curiosità, della conoscenza, dalla spiritualità.. forse perchè han dimenticato cosa siano o semplicemente sono aridi o insensibili..figuriamoci poi alzare un pochino l'asticella o permettersi di esprimere giudizi a mo' di pseudo-critici verrebbe da dire che non possono che meritarsi questo pattume sonoro che riempie buona parte dei palinsesti radiofonici e televisivi di oggi...e che comunque ahimè, tutti quanti noi, vuoi o non vuoi, in qualche modo subiamo.
Se vi piace il sound elettronico italiano o più in generale la New Wave del Bel Paese, oltre che Morgan o i Bluvertigo o Battiato, vi inviterei ad andare ad ascoltare i Matia Bazar di metà anni 80, dischi come Aristocratica o Tango o Red Corner..quelle cose, loro, le facevano decisamente meglio, quei dischi possono essere considerati un po' come delle opere d'arte, dalla musica, agli arrangiamenti, ai testi, alle sonorità, ai video clip, al booklet, alla fotografia...lavori di alto livello dove vi è la piena maturità e coerenza stilistica...in più dopo i gargarismi vocali di Morgan (che nessuno se la prenda vi prego..ma è così palese la sua scarsità timbrica e tecnica) vi date una bella ripulita alle orecchie con la voce della Ruggiero..quest'ultima sicuramente è un'artista e la voce la sa usare e come...
Senza Rancore. Buona Musica a tutti.

Author — Giusy Agata

Author

Questo episodio sicuramente entra nella storia della musica italiana ma soprattutto nei manuali psichiatrici..

Author — Privilitaliano

Author

Ormai ogni cosa che dice Red Ronnie mi sembra - oltreché dissimile dalla realtà - anche molto in malafede. Mi sembra di sentire una specie di Salvini, uno che difende l'indifendibile e che butta merda su ciò che invece merita ben altro. Insomma, Red Ronnie per me personaggio spiacevole da seguire e da ascoltare.

Author — Ipno Snaider

Author

Ma che c'è da difendere o giustificare? La "più bella performance di San Remo"?! Ronnie, ripigliati... Morgan sarà anche tuo amico ma sono anni, ripeto: anni, che si è trasformato in una patetica macchietta, un tizio che si sopravvaluta, si autoincensa e sputa su tutto e tutti credendosi un genio della musica. Sarebbe ora di riconoscere, per pura onestà intellettuale, che è solamente una persona ridicola, che vive di ridicole provocazioni. E difenderlo è, se possibile, anche più ridicolo.

Author — Luigi M. Brambilla

Author

Copio e incollo la verità.
Buongiorno Red Ronnie,
sono Simone Bertolotti, direttore d’orchestra, produttore e coautore del brano “Sincero”.
Non avrei mai ne voluto, ne immaginato di finire in una tale polemica, ma essendo stato, sia protagonista del fatto, che citato più volte a sproposito, ho il dovere di far chiarezza.
Questo messaggio è per fugare ogni dubbio sulla vicenda Bugo Morgan, che ha valso la squalifica dal festival di sanremo, e per replicare in modo onesto e comprovabile, alle dichiarazioni del tutto irreali divulgate da Marco Castoldi (in arte Morgan).
È giusto che si sappia la verità.
E la verità ha un solo modo di essere fornita: dimostrandola.

Partiamo dal principio cominciando a puntualizzare la natura della scrittura del brano.
Io e Andrea Bonomo abbiamo iniziato a lavorare al disco di Bugo orami quasi due anni fa, in questo tempo Andrea fa sentire a me e l’artista il brano in questione, ci convince ma abbiamo perplessità sull’efficacia delle strofe cantate dallo stesso Bugo.
Pensiamo che stilisticamente Morgan sia perfetto.
Bugo lo contatta e dopo diversi tentativi andati a vuoto, Morgan viene a cantare nel mio studio, quello che oggi si sente nelle radio, senza apporre nessuna modifica sostanziale.
A testimonianza di questo c’è un deposito pregresso, così come la traccia audio originale senza la presenza di Morgan.
Questo a sottolineare come Morgan, non abbia minimamente preso parte alla scrittura, ma gli sia stato concesso di firmare.
Subito dopo si pensa (considerando anche l’entusiasmo di Morgan per il brano) che possa essere un buon singolo apripista di questo nuovo progetto.
Nel momento in cui viene pianificata la candidatura di bugo al festival, pensiamo che possa essere interessante presentare il brano in questione.
Andiamo in Rai per incontrare Morgan durante la sua trasmissione “cantautoradio” e chiedere se fosse felice di partecipare al festival con bugo.
Accetta di buon grado, chiedendo come condizione di firmare il brano in quanto cantautore.
La richiesta viene approvata.
Passa del tempo e la commissione del festival ci comunica di essere stati selezionati.
Da qui inizia una serie di vicende al limite del sopportabile, che sono sfociate in tentativi di sabotaggio continui, ricatti ed atti vandalici nel mio studio.
Morgan lamenta di non aver preso parte alla realizzazione di “Sincero”, ma non ricorda di dire che c’è stata massima disponibilità da parte di tutto il team creativo.
Disponibilità che ha infangato, non presentandosi agli appuntamenti in studio, ripetutamente.
Sempre per quanto riguarda l’arrangiamento del brano da portare al festival, è accaduto che Morgan proponesse una versione sinfonica e senza ritmica, completamente non pertinente con la natura della canzone, scelta ed approvata dal direttore artistico e tutta la commissione.
Nonostante ciò, l’etichetta ha presentato la proposta di Morgan, che è stata bocciata dalla commissione stessa, perché non in linea con il brano approvato.
L’accordo iniziale tra Bugo e Morgan era che io mi sarei occupato dell’inedito, mentre Morgan della cover.
Parlando quindi della cover, è il caso che si faccia chiarezza.
Partiamo dalla scadenza della consegna delle partiture, fissata per il 10 Gennaio, e non rispettata da Morgan.
Dopo diverse settimane di ritardo arrivano delle partiture da parte di Morgan che non vengono approvate dall’intera orchestra di sanremo, oltre che dal direttore residente Leonardo De Amicis, perché tecnicamente scritte in modo del tutto incompetente.
Errori armonici, e di impossibile lettura tecnica da parte degli orchestrali.
Morgan accusa un fantomatico sabotatore delle sue partiture, ma la verità (comprovabile da innumerevoli mail, messaggi whatsapp e file audio) è che le partiture incriminate siano esattamente quelle consegnate dallo stesso.
Alla prima prova al teatro Ariston l’orchestra contesta le parti quindi non esegue la
Cover.
A distanza di una settimana, viene fissata la seconda ed ultima prova in cui Morgan assicura di arrivare con le parti sistemate, grazie al supporto del maestro Corvino.
La realtà è che si presenta con partiture pressoché identiche a quelle contestate se non per pochi dettagli non sostanziali.
L’orchestra suo malgrado cerca di eseguire questa partitura, per cinquanta minuti, sotto lo sguardo imbarazzato del direttore artistico, degli autori e del direttore residente.
Gli viene chiesto quindi di cambiare l’arrangiamento per impossibilità da parte dell’orchestra di eseguire, e per una oggettiva bruttezza dello stesso.
A questo punto, quasi per disperazione io e Andrea Bonomo in una notte scriviamo un arrangiamento salvagente per paura che Morgan si presentasse con l’ennesimo arrangiamento contestabile.
A festival iniziato, il pomeriggio delle prove in cui si sarebbe eseguita la cover, Rai, con eccezionale disponibilità, ci concede un tempo maggiore, visti i ritardi madornali e l’inconcludenza.
Morgan fa attendere per la milionesima volta l’orchestra e Bugo, per più di 40 minuti, non considerando la diretta imminente della sera stessa.
Le prove sono imbarazzanti e l’esecuzione ne è una dimostrazione tangibile.
Non ci si improvvisa direttori d’orchestra.

La sera della diretta, Bugo disorientato dai continui cambiamenti di Morgan, e dall’impossibilità di pianificare la performance, canta tutto il brano.
E l’arrangiamento prende l’ultimo posto a causa della totale mancanza di rispetto e professionalità di Morgan.

Non voglio neppure commentare quanto successo la sera dell’eliminazione, perché troppo palese e non interpretabile.
Non c’è giustificazione.
Da una parte un violento che offende il proprio partner e tutte le persone coinvolte (telespettatori compresi) e dall’altra, un ragazzo che fa l’unica cosa possibile:
Difendere la propria dignità, di uomo ed artista.

Ho avuto l’ingrata responsabilità di dover fermate la musica di Sanremo, ma per certe cose, è necessario avere il coraggio di fare silenzio.

Author — Daniele Iannella

Author

Imbarazzante red ronnie e retorico.
Guardo in sottofondo.. Ma dai red tu le sei guardato in diretta il festival solo de fare quello che dice io nn guardo Sanremo quando sei il primo a collegarti.. Ma tu devi difendere Morgan perché tuo amico.. Morgan come dici tu sarà anche bravo a fare musica ma non si può sentire stonato come pochi..Morgan in ogni parte è stato cacciato amici x factor adesso anche Sanrem.. Io tutto questo artista che dici di vedere in Morgan nn lo vedo stonatissimo..

Author — pitexx gobbo 85 pitexx gobbo 85

Author

Mi spiace Red, ma non sono d'accordo. Non vedo del coraggio nell'idea di Morgan di mandare all'aria in quel modo una esibizione così importante per lui e il collega, ma solo arroganza. E poi, la finzione nel cercare di far ritornare il collega sul palco dopo averlo deriso in mondovisione...Ne vogliamo parlare?
Nessuno mette in dubbio che Morgan abbia capacità musicali fuori dal comune, ma continuando con queste scenate, non farà altro che finire anche peggio degli irraggiungibili della musica (anche per lui) che hai menzionato nel video.

Author — Marcello Giangreco

Author

Scusatemi, io non guardo Rai, Mediaset e simili x scelta quindi sono davvero esclusa da tutto. Ho ascoltato e guardato x caso questo video e mi domando xké personaggi come Morgan siano interpellati ancora. La sua presunta preparazione, cultura ecc ecc è ormai decaduta dall'uso di sostanze che gli hanno bruciato i neuroni. Lo si vede da come si muove sul palco, da come stona, da tutto. La domanda è questa caro Red: ma davvero questi personaggi devono essere visti in una TV nazionale? Ma davvero? Che razza di esempio di vita sono?

Author — Loredana Rita Ciaghi

Author

Red, ti ho sempre ammirato, ma stavolta stai dicendo delle grosse stronzate, non si cambia il testo di una canzone di cui lui non era il titolare, ma bensì Bugo, e non si tratta così una persona, ha fatto bene ad andarsene, l'ha offeso e umiliato in maniera Morgan non è degno di essere paragonato a musicisti come Betoven ma stiamo scherzando????!

Author — Patrizia Cardinali

Author

Beethoven è morto con funerali solenni a cui partecipò tutta Vienna. Che cavolo ti raccontano?

Author — Alessandro D'Ercole

Author

A me fa ridere questa esaltazione di Morgan come grande artista, l'italia, nella musica popolare, a parte il grande cantautorato, i gruppi progressivi e qualche scheggia impazzita come Battiato, non ha avuto praticamente nulla. I bluvertigo erano una mescidanza di intuizioni vecchie di 20 anni, un po' di new wave qua, un po' di synth pop là: genio. Di sicuros piccavano nel panorama stagnante italiano ma allargando il campo si facevano cose ben più originali, si creavano ed esploravano generi musicali nuovi. Morgan ha avuto la fortuna di passare per radio insieme a canzonette vecchie di 100 anni.

Author — Gabriele Gagliardi

Author

Un momento.
Mozart, Beethoven, Bach... Morgan?

Author — Federico Beulcke

Author

Red secondo me ti stai proprio rimbambendo pur di difendere i tuoi amici.

Author — AnaLia

Author

"Questa è la piu bella performance del festival..." e tu saresti un esperto di musica? Non ce l'ho proprio fatta a finire questo video. Davvero tutti possono dire tutto.

Author — Gabriele Mancuso

Author

Io ti stimo Red, ma cosa c'è da difendere qui? Guarda che Morgan non aveva nessun diritto di cambiare un testo per sputtanare chi canta con lui? Ma che senso ha? Ovunque va Morgan c'è sempre zizzania, io non lo trovo così normale! Quindi cosa stiamo difendendo? Se aveva qualcosa da dire a un suo collega lo fai in altre sedi e non a Sanremo? È stata una bassezza e una caduta di stile! L'arroganza di Morgan non ha fine! Chiunque al posto di Bugo se ne sarebbe andato, ed è tanto che non abbia reagito male davanti alle telecamere, è stato persino un signore, secondo me. Non importa se si hanno divergenze, in pubblico non si fanno queste scenate, altrimenti significa che vuoi solo essere al centro dell'attenzione! La maleducazione di Morgan è stata grave secondo me! Io non conosco nemmeno questo artista "Bugo", l'ho visto solo qui a Sanremo, ma non mi piace comunque com'è stato trattato, aldilà del dietro le quinte che non conosco. Non è comunque giustificabile la mancanza di rispetto. Non si può difendere Morgan, proprio no!

Author — Annie Butterfly 1

Author

I retroscena confondono sempre, parliamo della performance: se ti esibisci lo fai senza rimproveri plateali, se ti vergogni del tuo partner per la figuraccia della sera prima, non ci sali per niente sul palco, oppure se lo fai, rispetti il testo prestabilito, in questo modo lui fara' la sua figura e tu la tua, mi pare ovvio, non c'e' bisogno di raccontare al mondo intero la tua personale considerazione per il partner artistico che ti sei scelto o ti e' capitato contrattualmente, lascia giudicare al pubblico, e per queste ragioni non sono d'accordo con te Red, non e' la piu' bella performance di Sanremo, a meno che per esibizione canora tu intenda una zuffa di quartiere, quello che ha fatto Morgan stava meglio in un Reality, ora, tornando ai retroscena che confondono, se qualcosa e' andato storto fra loro, chi ha ragione rischia sempre di passare dalla parte del torto, bisogna sempre controllare i propri impulsi, strano che non ci sia stato qualcuno abbastanza forte da mediare fra loro prima dell'esibizione, i dissapori vanno anche percepiti dall'equipe che in questo caso ritengo INESPERTA, da dimenticare in ogni caso il tentativo bieco e finto innocente di riportare Brugo sul palco in modo amorevole, se avesse detto vieni "fuori maleducato" allora avrebbe tenuto fede alle parole iniziali del suo testo cambiato, e poi parliamoci chiaro, sto povero Bugo, che ha la fortuna di essere li' grazie a Morgan, (senno' non l'avrebbero scelto, siamo d'accordo), ma come cavolo avrebbe dovuto allinearsi alla performance di Morgan? con rimproveri e denigrazioni improvvisate? e' chiaro che l'abbandono era l'unica via per uscire dall'ignoto, non sembrava molto offeso infatti, ma piuttosto sgradevolmente disorientato, no, non e' stata una bella performance, non e' possibile imbellire proprio tutto.

Author — Claudio viky

Author

Scusatemi sempre. Mi sono guardata il video della splendida/ rovinatissima canzone di Sergio. Morgan ha steccato al pianoforte, Bugo non si sa dove sia, Morgan cerca di prendere in mano (boh) la situazione peggiorando le cose ! Si imbroglia anche lui con le parole e via e via... Terribile. Quindi non ci sono scuse. Due individui che si prendono beffa di milioni di spettatori. Non dovevano salire sul palco. Assolutamente no

Author — Loredana Rita Ciaghi

Author

Non esiste che infami un amico sul palco di Sanremo. Morgan è indifendibile.

Author — Rosalba Corti

Author

Beethoven cosa??? Alla sua morte Beethoven era il musicista vivente più famoso del mondo ed era ricco di denari e beni. Al suo funerale parteciparono oltre 20000 persone e la sua tomba monumentale si trova in un famoso cimitero di Vienna. Esiste wikipedia.

Author — Liquoreria Mondragonese