Loading...

Coronavirus, l'epidemiologo Lopalco: 'Questo virus ha caratteristiche pandemiche'

  • 🎬 Video
  • ℹ️ Description
Coronavirus, Pier Luigi Lopalco (Epidemiologo Università di Pisa): "È importante in questo momento capire il reale rischio legato alla diffusione di questo virus. L'85% sono casi lievi, come un'influenza classica. Questo virus ha caratteristiche pandemiche. È la facilità di diffusione il problema, gli stessi numeri di 6 anni di influenza noi li vediamo in 4 settimane di coronavirus"

Download — Coronavirus, l'epidemiologo Lopalco: 'Questo virus ha caratteristiche pandemiche'

Download video
💬 Comments on the video
Author

Non poteva essere che un rianimatore a spiegarlo così bene... Non certo il Governo di Pidioti e 5merde.
UN RIANIMATORE SPIEGA LA SITUAZIONE
Coronavirus: spieghiamo perché non dovete avere paura ma dovete stare a casa.
Sono un medico rianimatore ed è per questo che mi permetto di spiegarvi come mai lo Stato stia prendendo delle decisioni così drastiche.
Il problema del Coronavirus non è la sua gravità, dal momento che è solo 10, o forse 20, volte più serio dell’influenza. Per quali motivi è più serio dell’influenza?
È diverso, quindi non siamo molto abituati;
Gli anziani non sono vaccinati.
Quindi chi è più a rischio? Gli anziani. Come sempre. I bambini molto meno, non sono segnalati casi gravi pediatrici per il momento.
Allora, come mai ci preoccupa così tanto? Perché è MOLTO PIÙ INFETTIVO dell’influenza, ciò vuol dire che si trasmette con enorme facilità.
A questo punto facciamo qualche calcolo così da capire meglio qual è il problema.
L’Influenza
Di norma l’influenza colpisce nell’arco di una stagione, supponiamo in 5 mesi, circa il 10% della popolazione. Quindi colpisce circa 5 milioni di italiani nell’arco di 30*5 = 150 giorni. La mortalità è dello 0, 1%, quindi abbiamo circa 5000 morti (quasi tutti anziani) ogni anno in 150 giorni. Per ogni morto supponiamo di avere circa 4-5 pazienti in rianimazione, per tenerci larghi, e che tutti vadano messi in terapia intensiva. Mettiamo quindi 25.000 persone in terapia intensiva in 150 giorni, con degenza media di 7 giorni, ciò significa 1000-2000 pazienti al giorno in terapia intensiva in Italia durante l’inverno.
Riassumiamo:
Infettività: 10% potenziale (dati reali) = 50 milioni * 10% = 5 milioni di infetti, molti dei quali inconsapevoli.
Mortalità: 0, 1% stimata = 5000 persone in 150 giorni.
Critici: 5*0, 1% = 25.000 persone in 150 giorni. quindi circa 1000-2000 persone in terapia intensiva al giorno per influenza.
I posti letto in terapia intensiva sono per la provincia di Venezia, dove io abito, circa 60 su 1 milione di abitanti, quindi potrebbero essere circa 4000 in tutta Italia. Questo significa che nella peggiore delle ipotesi i pazienti con influenza e le sue complicazioni, ovvero la polmonite, occupano tra il 25 e il 50% al massimo delle terapie intensive d’Italia nel massimo del picco.

Il Coronavirus
Vediamo ora cosa può accadere con il Coronavirus. Ricordiamoci che la grande differenza è che il Coronavirus è estremamente più infettivo e potrebbe infettarci, anziché in 150 giorni, in 30-60 giorni. Supponiamo 60 giorni. Ricordiamo che può colpire fino al 60% della popolazione, dati stimati, quindi facciamo qualche calcolo:
Infettività: 60% potenziale (dati stimati) = 50 milioni * 60% = 30 milioni di infetti, di cui la stragrande maggioranza inconsapevoli.
mortalità: 1-2% stimata = tra 500.000 e 1.000.000 milione di persone.
Critici: 5% = 1.500.000 persone in 60 giorni. quindi circa 300.000 persone in terapia intensiva.
Ma abbiamo solo 4000 posti letto! Come possiamo mettere 300.000 persone in terapia intensiva quando abbiamo solo 4000 letti?
ADESSO LO AVETE CAPITO COME MAI DOVETE STARE A CASA?
Se state a casa, la gente si infetta poco alla volta. Molti non se ne accorgono. Gli altri, specialmente gli anziani, ma anche qualche giovane, noi medici e infermieri li prendiamo, li mettiamo in terapia intensiva, li curiamo e ve li restituiamo. Un poco alla volta.
Se invece tutti escono di casa il rischio è che si infettino tutti insieme e che quindi non riusciamo a gestirli, con un aumento importante della mortalità.
NON DOVETE ANDARE IN PANICO, MA PRENDETE LA COSA SERIAMENTE. STATE A CASA

Author — Matteotti Pavanello

Author

Finalmente uno che ha detto le cose come stanno.. sperando che i cialtroni che continuano a dire che il pericolo non esiste imparino.

Author — Edoardo Poggio

Author

Uno studio pieno di gente: il virus banchettava, gozzovigliava, fornicava e si moltiplicava.. Solo 10 giorni fa

Author — Marcols Camper

Author

Passerà anche questo e il mondo andrà avanti. Forza e coraggio viviamo nonostante tutto💪

Author — simosissy

Author

Una risposta esauriente che mette in chiaro il vero pericolo:tanti contagi in poco tempo.

Author — stefano lunardi

Author

2:12 espressione fantastica, sto primo piano mi ha uccisa 😂

Author — Marti G

Author

Ma ci volevano dieci giorni per dare questa informazione!! Non potevano pensarci quei quattro mentecatti che abbiamo al Governo!!
Qui in Svizzera era pronto da due mesi il Protocollo Coronavirus, che è stato perfettamente applicato con i primi casi in tutta tranquillità e in perfetto ordine. E con questo protocollo la pandemia qui sarà evitata! Popolo di idioti cialtroni !!! Lo dico da italiano in esilio....

Author — Matteotti Pavanello

Author

2:09 a me questo/questi soggetto/soggetti spaventano più del coronavirus.

Author — Reyalp Beast

Author

Comunque il sistema sanitario esiste, mentre per salvare le partite iva esistono solo le tasse....

Author — Franco Salvadori

Author

Chiarissimo professore, finalmente qualcuno che parla per farsi capire.

Author — Luigi Zambetti

Author

Finalmente un professore dice le cose giuste bavo
La velocità di diffusione è un pericolo.

Author — Besar Muca

Author

Tutti viviamo nel panico. Ci mancava il virus. Inquinamento, bugie, inganni, manipolazione, giornalisti terroristi, alimentazione forzata con cibi derivati dagli animali, sanità da terzo mondo, indottrinamento religioso, falsa informazione ed istruzione.

Author — alessia nasello

Author

restate in casa, uscite solo per lavoro e urgenze gravi

Author — mich zanda

Author

Ma andate a fan culo con ste preso in giro

Author — roger faini

Author

Beh...bella influenza. Per la gente che viene messa in terapia intensiva, non direi proprio...

Author — TheMIKE263

Author

In Italia ogni anno muoiono ca 3000 per complicazioni influenzali, come la mettiamo?

Author — giacomo giacomo

Author

Se questo virus muta, a cosa serve il vaccino?

Author — Jonathan Noccioli

Author

Un arma batteriologica creata in un laboratorio militare cinese ☣️☢️☣️☢️

Author — Domenico sardegna

Author

Bravissimo il professore, ma bisognava aspettare il disastro per capire che la nostra sanità i politici l ' hanno fatta collassare, anche senza l' emergenza di ora

Author — Anna Zaccaria

Author

Questi politici di merda che abbiamo..
Quando cominceramno a costruire nuovi reparti di terapia intensiva ??

Author — Antonello di cesare