Coronavirus, Conte: “Anche dopo il 3 aprile blocco totale in Italia e scuole chiuse”

  • 🎬 Video
  • ℹ️ Description
La chiusura totale dell'Italia continuerà anche dopo il 3 aprile. A dirlo è il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in un'intervista al Corriere della Sera. La fine dell'emergenza coronavirus è ancora lontana dall'essere finita. I provvedimenti presi del governo "stanno funzionando" ha assicurato il premier, che non esclude però provvedimenti più stringenti nei confronti di chi non rispetta le regole. "Abbiamo evitato il collasso del sistema, le misure restrittive stanno funzionando, ed è ovvio che quando raggiungeremo un picco e il contagio comincerà a decrescere, almeno in percentuale, speriamo fra qualche giorno, non potremo tornare subito alla vita di prima".








Download — Coronavirus, Conte: “Anche dopo il 3 aprile blocco totale in Italia e scuole chiuse”

Download video
💬 Comments on the video
Author

Noi moriamo ma le bollette continuano ad arrivare

Author — BlackChiron-90

Author

In Cina mascherine obbligatorie, strade e locali disinfettati, divieto assoluto di uscire. In Italia, mascherine introvabili, disinfettanti esauriti, forze dell'ordine insufficienti per far rispettare il divieto, politici al governo che il 27 febbraio incitavano a brindare per far ripartire Milano. Vengono i brividi a pensare alle conseguenze.

Author — Effe Due

Author

SPEGNERE LA TIVU' E LEGGERE SOLO LIBRI PER USCIRNE PRESTO E PIU' SANI DI PRIMA

Author — Francesco Nicastro

Author

Cosa aspettate a mettere l'esercito in strada e far si che la gente resti blindata in casa???
La gente continua a morire, siamo oltre i 4.000 morti solo in Italia e deteniamo il triste record mondiale di mortalità!!!!
Quasi 50.000 contagiati... e oggi sono morti 627 e ieri 427.... COSA ASPETTATE???? CRISTO

Author — Tricolore Italiano

Author

E le tasse sempre al 70%??
Invece di fare le fila per pagare facciamo la rivoluzione.

Author — enellico

Author

se continuano a tenerci chiusi in casa, il virus sarà l'ultima cosa di cui preoccuparsi

Author — Curse of sorrow

Author

E io come pago l'affitto? Come faccio se non vado al lavoro?

Author — Fernbacher Renate

Author

In automatico dovevano bloccare i Mutui.

Author — Mario Costagliola

Author

Dovrebbero come minimo bloccare mutui e tasse a tutti...Qui la vedo veramente male

Author — Andrea andre

Author

Strade deserte.... economia che va a quel paese lontano, gente che

Author — Vitek 044

Author

dovreste bloccare tutto... affitti, finanziamenti presso privati e tasse... non solo in lombardia e veneto(ex zone rosse).... l italia é una nazione unica.. non fate sempre figli e figliastri...

Author — Matteo 87

Author

Dovete dare minimo 700 euro al mese.la gente non può stare in casa coi figli a sofrire la fame

Author — colui che sa tutto

Author

Adesso cantate ancora dai balconi, su dai appendete lo striscione "andrà tutto bene"...intanto morirete di fame e vi sta bene(non a tutti ovviamente) perché siamo un popolo di PECORONI.40 ANNI DI TAGLI ALLA SANITÀ E ORA LA DOBBIAMO PAGARE NOI....cantate adesso forza

Author — Matteo Matteo

Author

E quando Sala faceva I video "Milano città aperta" .... quell altro demente di Zaia che diceva che I veneti non prendevan il virus perche nn mangian topi e si fann due docce al che andava in giro a fare gli avete rovinato per la vostra incompetenza e ora volete solo finire di scamazzarci....

Author — mariano REDAELLI

Author

Prima dicono: è tutto ok, non perderemo l’anno. È chiaro che, invece, sarà tutto il contrario

Author — Matteo Art

Author

"Abbiamo evitato il collasso".
Tra un mese chi non ha risparmi sarà alla fame...altro che cojonavirus.

Author — PaleBlueDot

Author

0:27
quando cerchi un'immagine stock e metti una scuola polacca

Author — Sorry, I'm nicosecci

Author

Hanno continuato a far pagare alle popolazioni colpite dal sisma, figuriamoci adesso

Author — Morris Florio

Author

Guerra civile allora, pagateci gli stipendi, lo stato e fallito soltanto voi parlamentari avrete lo stipendio.

Author — DIO POPOLO ITALIANO

Author

Lo sapevate dal 31 gennaio, manica di pagliacci.

Author — Paolo Casadio